Area Clienti


Societą convenzionata con:



INPS: Comunicazione annuale ai pensionati e verifica redditi 2009
PDF Stampa E-mail

In arrivo il bustone per gli adempimenti fiscali relativi al 2009.
Come ogni anno è stato inviato ai pensionati il plico (bustone) contenente la documentazione necessaria per gli adempimenti fiscali.

A tutti i pensionati è stato inviato il modello red per la necessaria verifica della situazione reddituale, ma dovranno riconsegnare il modello soltanto coloro che non abbiano redditi dichiarati al Fisco, in quanto le dichiarazioni rese all'Agenzia delle entrate saranno automaticamente acquisite dall'Inps in via telematica.

Si potrà consegnare la dichiarazione reddituale sia presso le sedi dell'Inps sia presso i Caf e gli altri soggetti abilitati.

Chiarimenti tratti dal messaggio INPS 8594 del 26/03/2010.

E’ stato inviato ai pensionati il plico ( cd. “bustone”) contenente la consueta a documentazione relativa al trattamento in godimento.
Il plico, in relazione alle caratteristiche della prestazione, può contenere:
• il modello CUD;
• il modello per la richiesta di applicazione delle detrazioni d’imposta, scelto in funzione della residenza del pensionato;
• istruzioni per la dichiarazione dei redditi (Red ) per i residenti in Italia;
• modello Redest per residenti all’estero;
• lettera di comunicazione della prima parte del PIN, per i soggetti che non ne erano già in possesso;
• codici a barre da utilizzare per la gestione dei modelli inviati.

L'INPS deve procedere annualmente alla verifica delle situazioni reddituali dei pensionati incidenti sulla misura o sul diritto alle prestazioni pensionistiche e provvedere, entro l'anno successivo, al recupero di quanto eventualmente pagato in eccedenza.
Se la situazione reddituale del pensionato (o quella degli eventuali componenti il suo nucleo familiare) è integralmente dichiarata al Fisco (attraverso il modello 730 o il modello UNICO), questi non dovrà inviare nessuna ulteriore dichiarazione all’Inps in quanto l’Istituto acquisirà i dati utili direttamente dall’Agenzia delle Entrate.

Conseguentemente, per realizzare concretamente la finalità di semplificazione amministrativa perseguita dalla norma, evitando la duplicazione degli adempimenti burocratici, l’Inps richiede ai pensionati di presentare il modello red solo nei casi in cui possiedano redditi che non debbano essere dichiarati al Fisco.

Tale situazione ricorre in tutti i casi in cui il pensionato e/o i suoi familiari si trovino nelle condizioni di essere esonerati dall’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi al Fisco o abbiano conseguito nell’anno 2009 redditi esenti da Irpef che sono però rilevanti ai fini dell’erogazione delle prestazioni dell’Inps.

Comunicazione tramite i CAF.

L’acquisizione e la trasmissione delle dichiarazioni, potrà avvenire a cura dei CAF o degli altri soggetti abilitati che utilizzeranno le specifiche e le procedure predisposte dall’INPS e previste dalla Convenzione in corso di pubblicazione.

Acquisizione delle detrazioni di imposta

I pensionati potranno richiedere l’acquisizione, la modifica o la revoca delle detrazioni di imposta sulla propria pensione sia rivolgendosi ai CAF, ai sensi della apposita Convenzione, sia trasmettendole telematicamente attraverso il PIN, accedendo all’apposita sezione Servizi al cittadino presente sul portale dell’Inps, sia, infine, presentando la richiesta alla sede che gestisce la pensione.

 
< Prec.   Pros. >