Consegnate le 15 borse di studio in memoria di Manuel Bobicchio


ragazzi_BLM_group_arena_trento

In occasione della partita di domenica 9 febbraio tra Aquila Basket e Cantù, Fondazione Aquila, CAF Acli e FIP Trentino-Alto Adige hanno premiato i migliori studenti-atleti della Dolomiti Energia Basketball Academy, consegnando loro le 15 borse di studio in memoria di Manuel Bobicchio.

Le borse di studio, giunte alla 13^ edizione, sono intitolate alla memoria di Manuel Bobicchio, scomparso all’età di 17 anni nel 2007 per un male improvviso quando stava terminando la sua prima stagione in maglia Aquila Basket, dopo gli anni nel settore giovanile della Virtus Riva. In quell’anno Manuel stava completando il suo terzo anno dell’Istituto Biologico “Ivo del Carneri” di Civezzano con ottimi voti. Da tutti, allenatori e professori, è ricordato ancora come un ragazzo vivace e sveglio, che sapeva mettere sempre il 100% in ogni cosa che faceva, con impegno, passione e con il sorriso sulle labbra.

Durante la pausa tra primo e secondo quarto e durante l’intervallo lungo di metà partita i 15 vincitori – 4 per la categoria Triennio Superiori, 4 per la categoria Biennio Superiori e 7 per la categoria Scuole Medie – hanno ricevuto il proprio assegno da 300 euro, grazie al contributo di Fondazione Aquila per lo Sport Trentino insieme a CAF Acli e FIP Trentino Alto-Adige. I 15 studenti-atleti premiati giocano in società inserite nella Dolomiti Energia Basketball Academy e hanno ottenuto il riconoscimento perché più di tutti sono riusciti a coniugare l’impegno sui banchi con quello in palestra.

Ecco i loro nomi: Maddalena Martinelli, Manuela Rech, Lucilla Quaresima e Gaia Neri (Belvedere Ravina), Mirco Stelzer (AB Pergine), Sergiu Grigoret e Angeloantonio Mosca (Olimpia Bolzano), Matteo Baldessari e Lorenzo Carraro (Aquila Basket Trento), Dolvis Enmanuel Medina Valdez (Maia Merano), Riccardo Frattarelli ed Enrico Vrh (Virtus Altogarda), Daniele Madejski (Junior Basket Rovereto), Anna Perenthaler (Rotaliana Basket), Tommaso Forti (Pall. Villazzano).

I premi sono stati consegnati dai genitori di Manuel, Walter e Francesca, dal direttore di CAF ACli Michele Mariotto, dal presidente di FIP Trentino Alto-Adige Mauro Pederzolli e dal presidente di Fondazione Aquila per lo Sport Trentino Giovanni Zobele.

Oltre ai 15 atleti sono stati premiati anche Massimiliano Fontanari e Noemi Deimichei, che hanno ricevuto una borsa di studio dalla FIP Trento per il loro impegno a scuola e in palestra rispettivamente come arbitro e ufficiale campo.

Sul parquet della BLM Group Arena sono scesi tutti i 45 partecipanti alle borse di studio di 19 società diverse, indossando una maglietta in ricordo di Manuel su cui si trovava scritta una frase pensata da uno dei partecipanti alle borse: ciascun partecipante, infatti, era chiamato a comporre una frase di nove parole che iniziasse con “il basket”. Tra le 45 frasi scritte dagli studenti/atleti è stata selezionata quella di Enrico Vrh: “Il basket nasce dal cuore, vive sul campo, cresce con il gruppo” (Guarda il video dei giocatori dell’Aquila Basket che leggono le frasi più belle).

Tra i quindici vincitori, è stata selezionata la vincitrice del superpremio di una settimana di Aquila Basket Summer Camp in val di Fiemme: ad aggiudicarsi l’ambitissimo premio è stata Maddalena Martinelli del Belvedere Ravina.


apri la Chat

Condividi: