MANOVRA 2020: I BONUS E GLI INCENTIVI PER LE FAMIGLIE E IL CITTADINO


salvadanaio

Con l’approvazione a fine anno della Legge di Bilancio 2020 sono state introdotte alcune novità per quanto riguarda i bonus e gli incentivi di cui possono beneficiare famiglie e cittadini. In questo articolo proponiamo una sintesi delle principali misure approvate.

Partiamo dalle misure che interessano le famiglie con figli.
La Manovra di Bilancio ha confermato anche per quest’anno il Bonus bebè per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020 e il Bonus asilo nido, con alcune sostanziali novità.

Per quanto riguarda il Bonus bebè, a partire dal 2020 questa prestazione è a disposizione di tutti e non più, come gli anni scorsi, soltanto ai nuclei familiari in possesso di un ISEE minorenni non superiore a 25.000 euro. Sarà comunque necessario calcolare l’ISEE poiché l’importo dell’assegno annuale sarà più o meno consistente a seconda del valore dell’indicatore.

Per quanto riguarda il Bonus asilo nido, il beneficio viene incrementato e viene modulato su soglie ISEE differenziate. In particolare, l’attuale beneficio di 1.500 euro è aumentato di 1.500 euro per i nuclei familiari con un valore ISEE minorenni fino a 25.000 euro e di 1.000 euro per i nuclei familiari con ISEE minorenni da 25.001 euro a 40.000 euro.

Rimane da capire quali decisioni prenderà la Provincia Autonoma di Trento in merito alla compatibilità tra le prestazioni provinciali previsti dall’Assegno Unico Provinciale e i due Bonus bebè e asilo nido.

Per le famiglie con figli già cresciuti, invece, è stato rifinanziato anche per i diciottenni del 2020 il cosiddetto Bonus 18enni o Bonus cultura, la card utilizzabile per l’acquisto di beni e prodotti culturali come libri, abbonamenti a quotidiani, biglietti dei musei, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera ecc.

La casa
Anche per il 2020 viene garantita la possibilità di ottenere detrazioni del 65% per le spese sostenute per interventi di efficienza energetica e del 50% per quelle di ristrutturazione edilizia e l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici.

Inoltre, è stato introdotto il cosiddetto Bonus facciate che consente di ottenere una detrazione dall’imposta lorda del 90% delle spese sostenute nel 2020, relative agli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata degli edifici.

Infine, i bonus sociali per godere di sconti in bolletta sul consumo domestico di energia e gas vengono resi accessibili a una platea di famiglie più ampia dopo l’innalzamento della soglia ISEE necessaria per ottenerli.

Una novità importante di quest’anno riguarda la tracciabilità delle detrazioni.
È stato stabilito che tutte le spese che danno diritto allo sconto fiscale del 19% nella dichiarazione dei redditi, a decorrere dal 2020 non potranno più essere effettuate con l’utilizzo del contante, pena la perdita della detrazione stessa, ma dovranno essere sostenute con sistemi di pagamento tracciabili, ovvero carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari. Resta però ferma la possibilità di pagare in contanti – senza perdere il diritto alla detrazione – i medicinali e i dispositivi medici, nonché le prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.


apri la Chat

Condividi: