ICEF E DOMANDA UNICA (mensa e trasporto scolastico, asilo nido/Tagesmutter)


bambina_scuola

Ogni anno a partire da luglio è necessario aggiornare i dati dell’ICEF – l’Indicatore della Condizione Economica Familiare – con i redditi e i patrimoni dell’anno precedente per avere accesso alle agevolazioni pubbliche previste nella Provincia Autonoma di Trento.

In questo articolo approfondiamo una delle domande che possono essere presentate con indicatore ICEF adeguato: la Domanda Unica.

Con la Domanda Unica si possono richiedere tre tipi di agevolazioni:

  1. la tariffa ridotta sulla mensa scolastica per bambini e ragazzi che frequentano la scuola materna, le elementari, le medie e le superiori;
  2. la tariffa ridotta sul trasporto scolastico per bambini e ragazzi che frequentano la scuola elementare, le medie e le superiori;
  3. la tariffa ridotta per l’iscrizione e la frequenza di asili nido/Tagesmutter convenzionati con i Comuni.

 

La mensa scolastica

Con il calcolo dell’ICEF la tariffa della mensa scolastica può essere ridotta fino all’importo di 2 euro a pasto. In presenza di più figli (minori di 3 anni o iscritti a percorsi scolastici fino alle superiori), la tariffa può essere ulteriormente ridotta se l’indicatore ICEF è inferiore ad una determinata soglia.
La riduzione è valida per l’intero anno scolastico e non è retroattiva: si applica, cioè, dal momento in cui si presenta la domanda di accesso all’agevolazione, in presenza di indicatore ICEF adeguato.
Nel caso dei figli che frequentano la scuola materna, invece, la riduzione si applica a partire dal 1° giorno del mese in cui viene presentata la Domanda Unica.

Il trasporto scolastico

Nella stessa domanda può essere richiesta una tariffa agevolata anche per il trasporto scolastico, per bambini e ragazzi che frequentano la scuola elementare, la scuola media o la scuola superiore.
In questo caso la riduzione della tariffa può essere richiesta per:

  • la tratta casa-scuola: lo sconto si riferisce soltanto per il trasporto lungo la tratta casa-scuola e ritorno, nei giorni e dentro gli orari scolastici.
  • la libera circolazione: per il trasporto provinciale in qualsiasi giorno e ora della settimana e su qualsiasi tratta (e con validità dal 1° settembre al 31 agosto dell’anno successivo).

Diversamente dalla mensa scolastica, se non si è riusciti a presentare la Domanda Unica prima dell’inizio dell’anno scolastico, è possibile richiedere e ottenere il rimborso della quota versata in eccesso per il trasporto presentando apposita istanza alla Provincia Autonoma di Trento.


Con indicatore ICEF adeguato, le principali agevolazioni che possono essere richieste, oltre alla Tariffa mensa scolastica e trasporto studenti, sono:

  • l’Assegno Unico Provinciale
  • l’assistenza odontoiatrica
  • la tariffa per il prolungamento dell’orario della scuola dell’infanzia
  • la verifica annuale inquilini Itea
  • l’accesso all’edilizia pubblica (contributo sul canone di affitto o richiesta alloggio Itea)
  • la Tariffa Servizio Muoversi
  • i Buoni di Servizio.

Per ognuna di queste agevolazioni è necessario calcolare uno specifico indicatore ICEF. CAF Acli è a disposizione su appuntamento gratuito sia per il calcolo di tutti gli indicatori necessari.

Per informazioni e per appuntamenti chiama il numero unico 0461 277 277 o scrivi a info@aclitrentine.it.
Scarica qui l’elenco dei documenti necessari da presentare al CAF Acli.


apri la Chat

Condividi: