Bonus gas

Sono attive le agevolazioni per la compensazione della spesa per la fornitura di gas sostenuta dalle famiglie a basso reddito.

Che cos’è il “bonus gas”?

È una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose. Il bonus è stato introdotto dal Governo e reso operativo dall’Autorità per l’energia, con la collaborazione dei Comuni. Il bonus vale esclusivamente per il gas metano distribuito a rete (e non per il gas in bombola o per il GPL), per i consumi nell’abitazione di residenza.

Chi ha diritto al bonus gas

Il bonus gas può essere richiesto da tutti i clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale, se in presenza di un indicatore ISEE:
– non superiore a 8.107,5 euro;
– non superiore a 20.000 euro per le famiglie numerose con più di 3 figli fiscalmente a carico.

Quanto vale il bonus gas

Il valore del bonus, determinato ogni anno dall’Autorità per l’energia, varia dai 32 euro ai 273 euro all’anno a seconda:
– della tipologia di contratto di fornitura (contratto acqua calda e/o uso cottura oppure contratto per riscaldamento);
– del numero di persone residenti nella stessa abitazione;
– della fascia climatica di residenza.

Lo sconto ha validità 12 mesi, rinnovabile con apposita richiesta entro 2 mesi dalla scadenza.
Il bonus gas è cumulabile con il bonus elettrico, la riduzione sulle bollette dell’energia elettrica già introdotta in precedenza.

Come richiedere il bonus gas

Il bonus deve essere richiesto con apposita domanda tramite il CAF ACLI, convenzionato con i Comuni.

INFORMAZIONI E APPUNTAMENTI AL NUMERO UNICO 199.199.730*

Per il dettaglio delle informazioni clicca qui: ARERA – Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente